MENU















MULTIMEDIA

ARCHIVIO NEWS










   

“Puntiamo a fare il salto di qualità, rendendo operativo e competitivo il Parco con le sue notevoli potenzialità”

 

 Si è insediato presso gli uffici della presidenza dell’Ente di Sant’Agata Militello il nuovo Commissario Straordinario Antonino Ferro.

La nomina è avvenuta con decreto dell’Assessorato Regionale Territorio e Ambiente che ha notificato nei giorni scorsi agli uffici dell’Ente l’assegnazione a Commissario Straordinario del Parco di Antonino Ferro.

Il Commissario al suo primo giorno di lavoro è stato accolto dal Direttore del Parco, Massimo Geraci ed ha poi incontrato il personale ed i dirigenti degli uffici della sede di Sant'Agata Militello.

Nella giornata di presentazione, ha manifestato un forte senso di appartenenza al territorio, ed ha espresso grande apprezzamento per quanti in questi 15 anni di attività hanno contribuito a fare del Parco una splendida risorsa non solo del territorio ma per l’intera isola.

Oggi – ha chiarito Antonino Ferro – dobbiamo puntare a fare il salto di qualità, rendendo operativo e competitivo il Parco con le sue notevoli potenzialità. L’Ente deve ripartire dal territorio e proiettarsi a valorizzare e incentivare tutte le risorse ambientali. Dalle infrastrutture recuperate dall’Ente, a rendere pienamente operativi tutti i Centri Visite distribuiti nei 23 Comuni del Parco.

Ma uno dei progetti pilota che il commissario Antonino Ferro intende attuare è quello di dare una maggiore centralità al Parco dei Nebrodi in un sistema integrato di servizi, strutture e patrimonio storico nella sua diversità. Elemento di ricchezza è la straordinaria biodiversità non solo ambientale, ma soprattutto sociale e culturale.

La strategia che intende perseguire è quella di intercettare i flussi turistici che potenzialmente costituiscono un elemento di ricchezza per l’intero territorio, in termini di turismo e sviluppo. Coniugare alla montagna il mare, in un binomio perfetto per dare vita ad un grande polo turistico ambientale che si estende da Tusa e Capo Calavà. Tra le priorità individuate dal Commissario Straordinario Antonino Ferro il rilancio delle attività produttive del territorio legate alla tradizione locale, da quella eno gastronomica a quella artigianale.  Il Parco è di tutto il territorio – ha puntualizzato Ferro –  la cui filosofia è di assicurare un equilibrio tra i cittadini dei Nebrodi, i sindaci e le istituzioni, al fine di garantire una proficua programmazione urbanistica e ambientale.

4 Marzo 2009

 

 

 

  • BACHECA


  • EVENTI DEI COMUNI

  • RICERCA

  • WEBMAIL