Regione SicilianaLogo del Parco
Condividi
Home » Natura e territorio » Il territorio del Parco

Il patrimonio geologico del Parco dei Nebrodi

Il particolare contesto geologico che caratterizza il territorio dentro cui si inquadra il Parco dei Nebrodi, deriva dal contatto fra le antiche unità cristalline dell'Arco Kabilo-Kalabride con quelle sedimentarie, di copertura, afferenti alle Unità Appennino-Maghrebidi.

La variabilità geologica o "Geodiversità" è alla base della sostanziale "Biodiversità" che distingue questo suggestivo settore della Sicilia, unico per la bellezza dei paesaggi, per la ricchezza d'acqua, per la flora e la fauna.

Nel settore occidentale del Parco dei Nebrodi prevalgono affioramenti litologici di torbiditi, costituiti principalmente da arenarie e argille. Nel settore centro-orientale, invece, prevale la presenza in affioramento di rocce litoidi, carbonatiche e arenacee, e semi-litoidi, filladi e scisti.

La morfologia dei paesaggi e la loro costante evoluzione è strettamente dipendente dalla natura dei terreni presenti, dall'evoluzione tettonica che caratterizza da sempre quest'area, dal clima nonché da altri fattori che contribuiscono alle azioni di accelerazione e/o di rallentamento dei fenomeni di modellazione dei versanti. Gli incendi, l'eccessiva antropizzazione, lo spopolamento delle aree interne con l'abbandono delle campagne agiscono, direttamente o indirettamente, sull'accelerazione dei fenomeni evolutivi dei pendìi; al contrario, la presenza delle aree boscate, l'esistenza di adeguati sistemi di regimentazione delle acque, la manutenzione delle opere di contenimento dei terrazzi, la salvaguardia delle antiche opere di captazione delle acque (cunicoli drenanti) agiscono sui fattori di rallentamento evolutivo dei versanti. E' evidente come, in un territorio come quello del Parco dei Nebrodi, particolarmente vulnerabile, l'azione di controllo e di manutenzione operata dall'Ente Parco sia fondamentale per la sua salvaguardia. È altresì interessante rilevare come, in entrambi i casi anzidetti, di tutela o di danno, il protagonista sia comunque l' "uomo": da un lato l' "Uomo" che questo territorio lo abita, lo fruisce, lo custodisce, lo cura, lo rispetta, lo ama, lo valorizza; dall'altro l' "uomo" che, egoisticamente, lo sfrutta, lo deturpa, lo maltratta.

Il patrimonio geologico dei Nebrodi trova spesso come elemento valorizzante l'Acqua. Il territorio dei Nebrodi è il più piovoso della Sicilia. Le abbondanti piogge connesse alle litologie che costituiscono il sottosuolo e ai loro rapporti stratigrafici e tettonici nonché alle loro caratteristiche idrogeologiche, disegnano nel complesso quel paesaggio sempre vivo dei colori della rigogliosa vegetazione, ricco di sorgenti, di laghi, di suggestive cascate consentendo, grazie all'equilibrato rapporto fra le varie componenti ambientali, di preservare gli habitat ideali per il popolamento di moltissime specie vegetali e faunistiche.

I bacini idrografici sono generalmente stretti e allungati con la rete idrografica che risulta molto ramificata in corrispondenza di substrato terrigeno (argilloso) e poco sviluppata in presenza di substrato roccioso.

Da alcuni anni le attività di studio svolte in sinergia dal Parco dei Nebrodi, attraverso il Comitato Tecnico Scientifico per il patrimonio geologico istituito fra l'Ente e la SIGEA (Società Italiana di Geologia Ambientale), con le associazioni naturalistiche che operano nel territorio, l'Ordine dei Geologi, le università, i comuni del comprensorio nebroideo hanno consentito di censire numerosi siti di interesse geologico, 20 dei quali sono già stati ufficialmente riconosciuti con Decreto dell'Assessore Regionale al Territorio e Ambiente.

Dei numerosi "geositi" se ne parlerà in dettaglio in uno specifico documento che farà presto parte di questa sezione dedicata al patrimonio geologico del Parco dei Nebrodi.

Rocca San Marco (Ucrìa)
Rocca San Marco (Ucrìa)
(foto di: Parco Naturale dei Nebrodi)
Cascata del Catafurco (Galati Mamertino)
Cascata del Catafurco (Galati Mamertino)
(foto di: Parco Naturale dei Nebrodi)
Logo del Parco
© 2020 - Ente Parco Naturale Regionale dei Nebrodi
C.da Pietragrossa - SS 113 km.140+650 - 98072 Caronia (ME)
Tel 0921/333015 - fax 0921/335794 - Email: info@parcodeinebrodi.it - Posta certificata: info@pecparcodeinebrodi.it


Partita IVA: 95004770830
URP