MENU















MULTIMEDIA

ARCHIVIO NEWS










   

Il Piano Strategico: “Nebrodi Città Aperta” consegue il primo vero Oscar dell’Innovazione alla Biennale Toscana, “Città Ideale 2008”. Si tratta di un prezioso riconoscimento avuto grazie all’alto contenuto innovativo e alla valenza strategica che ha permesso di mettere insieme ben 40 Comuni tra le province di Messina, Enna e Catania.

L’evento, di livello internazionale, ha esaminato i temi della governance del paesaggio costituendo un’occasione di confronto tra approcci culturali e politici attraverso strumenti per preservare la qualità. La manifestazione ha avuto luogo a Firenze nel salone toscano del “Buon governo locale” dal 12 al 15 Novembre.

L’obiettivo del premio “Città Ideale” intende promuove e mettere in rete gli elementi più innovativi delle Autonomie Locali e della Pubblica Amministrazione. Il riconoscimento è stato assegnato ai migliori progetti presentati dagli espositori per costruire appunto una CITTA’ IDEALE mettendo in evidenza gli elementi di qualità. 

Il Piano strategico si pone come obiettivo la creazione di un luogo virtuoso nel quale predominano il rispetto delle persone e delle cose. Questo luogo, unico ed eterogeneo si chiamerà “Nebrodi Città Aperta” uno scenario strategico, caratterizzato da armonia e bellezza, identità e storia, che sarà perseguito attraverso una sperimentazione nel settore turistico quale migliore potenziale per creare processi e integrazioni di reti che interessino tutte le componenti sociali ed economiche, meta di ogni tipo di turismo e di ogni individuo che voglia vivere nel rispetto e nella solidarietà, nel bello e nella natura, in una cornice di sostenibilità autentica.

Il Comune di Sant’Agata Militello ed il Parco dei Nebrodi hanno partecipato alla rassegna presentando il progetto Piano Strategico Nebrodi Città Aperta. Lo stand è stato curato da una delegazione costituita dall’assessore all’ambiente del comune di S.Agata arch. Bernardo Paratore, dal direttore del Piano, ing. Giuseppe Contiguglia, dal coordinatore arch. Benedetto La Macchia e da una parte del gruppo di lavoro nelle persone di Carlo Giuffrè, Maria Cardone e Mariangela Insana. I Partner del progetto sono: Ente Parco dei Nebrodi, Confindustria Messina, Provincia regionale Messina, Fondazione "Oasi città aperta" di Troina e Legambiente.

Nebrodi Città Aperta – spiega il Commissario Straordinario dell’Ente Parco dei Nebrodi Antonio Ceraolo - rappresenta un modello di solidarietà sociale e urbano innovativo, oltre che sperimentale, in quanto si pone come avamposto di una società che vive in perfetta armonia con l’ambiente e l’uomo. Un territorio che si fonde con il Parco, ne sposa i principi e li rilancia per valorizzare il concetto di “bellezza” in tutte le sue declinazioni e divenire parametro determinante per la qualità della vita all’interno della Città Aperta”.

Grande soddisfazione per il lavoro innovativo del Piano strategico è stata espressa dal sindaco di Sant’Agata Militello Bruno Mancuso. “Si tratta di un ambizioso progetto che pone al centro della sua “Mission” l’uomo con i suoi bisogni di natura sociale in armonia con l’ambiente il paesaggio, il patrimonio architettonico e culturale del territorio. Con un preciso obiettivo di porre in risalto i 40 comuni del Piano Strategico sotto un unico marchio per l’alta qualità della vita che si respira sui Nebrodi”.


22 Novembre 2008



  • BACHECA


  • EVENTI DEI COMUNI

  • RICERCA

  • WEBMAIL