MENU















MULTIMEDIA

ARCHIVIO NEWS










   

Il progetto è ambizioso, istituire un centro di documentazione e studi sulle aree protette, unico in Sicilia,  dove poter consultare tutte le pubblicazioni inerenti l’ambiente, i Parchi e le Riserve

In occasione della consegna dei lavori di restauro dell’antico Palazzo Virzì, posto nella centralissima Piazza Rosario, sul corso Umberto di Bronte, il Commissario Straordinario dell’Ente Parco dei Nebrodi, Antonio Ceraolo, ha visitato la cittadina, in gran fermento in questi giorni per la 19° sagra del Pistacchio, apertasi giovedì 25 per concludersi domenica 28 settembre.
 Una straordinaria opportunità per promuovere, nella sua naturale vetrina, la festa di uno dei beni unici e preziosi dei Nebrodi, che per gusto e caratteristiche è definito unico al mondo.
Nel corso della visita, il Commissario ha inoltre incontrato il sindaco di Bronte, Sen. Pino Firrarello, presso la casa municipale, con il quale ha tracciato le linee guida per intraprendere una più intensa collaborazione tra Ente Parco e Comune, al fine di valorizzare la storia e le tradizioni del territorio. Nel pomeriggio il Commissario, assieme al direttore del Parco, Massimo Geraci, hanno fatto un sopralluogo sullo stato attuale di Palazzo Virzì, prima che avviassero le attività di recupero.
Si tratta di una struttura, quella di Palazzo Virzì, acquistata recentemente dal Parco dei Nebrodi, per realizzarvi un ambizioso progetto. Istituire un centro di documentazione e studi sulle aree protette, unico in Sicilia, all’interno del quale sarà possibile consultare tutte le pubblicazioni inerenti l’ambiente, i Parchi e le Riserve. La struttura si presterà inoltre come luogo idoneo per convegni e congressi  incentrati sullo sviluppo delle aree protetti dell’Isola.
I lavori di restauro e recupero dell’antico edificio sono stati aggiudicati, la settimana scorsa, dall’impresa Cassano Giovanni di Mazara del Vallo, provincia di Trapani, per un importo di circa 340 mila euro.
I lavori saranno ultimati entro gennaio del 2009, per poi essere fruibile al pubblico. Prevedono il consolidamento delle volte, a al recupero dei suoi dipinti, e alla disposizione di diverse sale espositive e altre da adibire a sala multimediale  e uffici. All’interno i due piani ospiteranno sale biblioteca, videoteca e sale letture. Il palazzo è distribuito su tre piani con un ampio terrazzo che panoramico. Per il nuovo allestimento è prevista una singolare novità che prevede la proiezione permanente dell’iconografia del Parco dei Nebrodi sul prospetto del Palazzo, senza alterare gli elementi architettonici di conservazione. Un chiaro segno mediatico per comunicare l’importanza strategica del Parco dei Nebrodi, in un territorio.
In serata il Commissario Ceraolo, ha incontrato il sindaco di Maniace, Salvatore Pinzone, assieme al quale ha visitato la mostra su “Georischi e Georisorse”, allestita all’interno del centro visite del castello Nelson di Bronte.
Parole di soddisfazione sono state espresse dal Sindaco di Bronte, Sen Pino Firrarello che ha voluto fortemente intensificare le collaborazioni con il Parco, dando disponibilità per ogni iniziativa che possa avvicinare studiosi e fruitori del Parco. “E’ il risultato – ha dichiarato il commissario straordinario Antonio Ceraolo – di una grande sinergia tra il Parco ed i comuni del versante catanese come Bronte, Maniace e Randazzo, adesso l’intento è quello di proiettare l’attività del nascente Centro Studi e documentazione a livello nazionale”.
26 Settembre 2008


  • BACHECA


  • EVENTI DEI COMUNI

  • RICERCA

  • WEBMAIL