MENU















MULTIMEDIA

ARCHIVIO NEWS










   

Seminario

La nuova programmazione dei

Fondi Europei in Sicilia

Scenari territoriali, attori e competenze per il 2007-2013

Bronte  21 ottobre 2005,

Castello Nelson, ore 10.00-17.30


 

PROGRAMMA


10.00 – SALUTI
Sen. Pino Firrarello (Sindaco del Comune di Bronte)
Salvatore Seminara (Ente Parco dei Nebrodi)
10.15 – APERTURA DEI LAVORI
On. Michele Cimino (Assessore Regionale alla Presidenza Regione Siciliana)
Titina Pigna (Formez)
I sessione:
AGGREGAZIONI TERRITORIALI E SCENARI DI RIFERIMENTO IN SICILIA
Coordina: Titina Pigna (Formez)
10.30 - INTERVENTI
TERRITORIO, SVILUPPO E COESIONE NELLA PROGRAMMAZIONE 2007 – 2013 DEI FONDI STRUTTURALI
FABIO MAZZOLA (UNIVERSITÀ DI PALERMO E NVVIP REGIONE SICILIANA)
10.45 - AGGREGAZIONI TERRITORIALI E PROGETTUALITÀ LOCALE IN SICILIA: CONTRIBUTI IN VISTA DELLA NUOVA PROGRAMMAZIONE 2007-2013
Ignazio Vinci (Università di Palermo – esperto Formez)
11.15 - COMUNI, AMMINISTRAZIONI E GOVERNANCE
Bruno Mancuso (Coalizione Sviluppo Nebrodi)
Nino D’Asero (Ordine Dottori Commercialisti di Catania)
11.40 - TAVOLA ROTONDA
COSTRUIRE I PARTENARIATI PER I FUTURI PROGETTI DEL TERRITORIO
Coordina: Carlo Ricci (Formez)
Interventi programmati: Giovanna Beccalli (GAL Castell’Umberto Nebrodi) - Mauro Vanni (Università di Teramo) – Sebastiano Conti Nibali (Esperto Amm. Pubblica)
Intervengono inoltre: project manager, aggregazioni territoriali, partenariato socioeconomico, ecc.
13.45
PAUSA PRANZO

II Sessione: 15.00 -Attori e competenze per il 2007-2013
Coordina e introduce: Raffaele Colaizzo (Formez)
Modelli di gestione per i progetti di sviluppo locale: primi bilanci e prospettive di lavoro

15.20 - Interventi
I compiti degli operatori territoriali nella costruzione ed attuazione delle nuove politiche
Elisabetta Caprioli
(Coordinamento regionale Comunità Professionale PIT Manager-SPRINT Formez)
15.40
Il profilo dei Project Manager dei PIT: un’indagine del DPS
Giuseppe Di Giacomo (NVVIP Regione Siciliana - UVAL)
16.00 – Quali prospettive per i manager dello sviluppo?
Alessandro Ficile (Agenzia di sviluppo locale Madonie)
16.15
Dibattito
17.00 - Conclusioni
Francesco Verbaro (Dipartimento Funzione Pubblica – Ufficio per il personale delle Pubbliche Amministrazioni)
On. Giuseppe Castiglione (Commissione Agricoltura, Ambiente, Sanità Pubblica e Sicurezza Alimentare dell’Unione Europea)




Il Progetto
Il Progetto Reti per lo Sviluppo Locale ha l’obiettivo di rendere più efficiente l’azione della Pubblica Amministrazione nell’attuazione delle politiche di Sviluppo Locale nelle aree del Mezzogiorno, favorendo la creazione di reti e lo scambio di esperienze e quindi rafforzando le competenze delle strutture tecniche ed operative delle Amministrazioni interessate.
Questo obiettivo viene perseguito nel quadro delle azioni più generali che il Dipartimento della Funzione Pubblica compie, a valere sulla Delibera CIPE (36/2002), per l’innovazione e la modernizzazione della Pubblica Amministrazione
Attraverso i principi della costituzione di reti, dell’integrazione, dell’interscambio e della cooperazione, il Progetto agisce per :
• consolidare e qualificare le iniziative di sviluppo locale in corso di attuazione, promuovendo l’integrazione progettuale fra strumenti diversi e la cooperazione fra territori;
• facilitare la costituzione di reti lo scambio di esperienze fra Amministrazioni ed attori impegnati nell’attuazione di strumenti di sviluppo locale;
• promuovere le competenze e l’interoperatività delle nuove risorse umane impegnate nell’attuazione delle politiche di sviluppo locale.

Il Seminario
In Sicilia, l’esperienza della Progettazione Integrata ha permesso di introdurre modelli inediti di coesione e cooperazione interistituzionale, favorendo i territori nella costruzione di una unitarietà, dal punto di vista sia amministrativo (governance), sia di sviluppo economico (partenariati).
Il seminario rientra tra le attività del Progetto volte a rafforzare nella PA locale i processi di avanzamento istituzionale ed amministrativo, così come la capacità di programmazione ed attuazione delle politiche di sviluppo locale per il periodo 2007 – 2013.
Finalità dell’incontro è dunque offrire agli attori territoriali strumenti utili per rafforzare ed articolare ulteriormente il modello di governance sperimentato con i PIT, anche in vista della futura programmazione dei fondi europei.

Nuovi Scenari Territoriali
In questi anni, il Parco dei Nebrodi ha svolto un importante ruolo di catalizzatore delle iniziative di sviluppo del territorio. Grazie agli strumenti della programmazione negoziata, il Parco ha messo in campo un processo di governance che ha inteso il territorio nebroideo come terreno di sperimentazione di nuove progettualità e politiche per lo sviluppo.
All’interno del POR Sicilia 2000-2006, con il PIT 33 Nebrodi e con la Coalizione territoriale “Sviluppo Nebrodi” del PIR Reti per lo Sviluppo Locale, si sta oggi attuando un’agenda di politiche ed interventi, tesi all’avvio di un attivo scambio di esperienze, alla costruzione di nuove e più articolate progettualità territoriali che partano dalla valorizzazione del patrimonio di competenze ed esperienze sino ad oggi costruito, nella convinzione che la sostenibilità del processo consista nel lasciare ai territori una civiltà, non solo un capitale.

Scarica il programma

 


  • BACHECA


  • EVENTI DEI COMUNI

  • RICERCA

  • WEBMAIL