MENU















MULTIMEDIA

ARCHIVIO NEWS










   

L’Ente Parco intende procedere all’acquisizione di terreni ricadenti nelle zone “A” e “B” dell’area protetta. Un Avviso del commissario straordinario dott. Salvatore Seminara verrà pubblicato nei prossimi giorni. I proprietari interessati sono invitati a presentare istanza affinché si possano avviare le procedure di acquisizione. Dovranno dichiarare la propria disponibilità a conferire i terreni all’Ente Parco (in base al valore previsto dalla normativa regionale vigente in materia di interventi forestali e, comunque, non superiore al valore di mercato) e produrre la documentazione richiesta (stralcio cartografico del territorio del Parco, con individuazione planimetrica dei terreni, titolo di proprietà, estratti di mappa). L’iniziativa di acquisizione dei terreni rientra nell’ambito della strategia del Pir per l’attuazione della “Rete ecologica”. Creare nuove opportunità di crescita e di sviluppo sostenibile e duraturo, rimuovere le condizioni di emergenza ambientale, assicurare la conservazione, l’uso e la fruizione delle risorse naturali, riservando particolare attenzione alle aree di pregio naturalistico. Insomma, la tutela della biodiversità attraverso lo strumento della rete ecologica. L’acquisto dei terreni è finalizzato, inoltre, alla realizzazione di interventi infrastrutturali per la valorizzazione del patrimonio naturalistico e culturale e per l’attivazione di una politica di crescita economica, turistica e occupazionale.
La legge regionale 14/1988 attribuisce agli Enti Parco la facoltà di acquisire beni e terreni ricadenti all’interno dell’area protetta mediante la procedura di richiesta di vendita. E nel POR Sicilia 2000/2006 è prevista la Misura 1.11, estesa anche all’acquisizione di terreni ricadenti nelle aree di Parco.
Le istanze saranno valutate secondo determinati criteri: aree boscate di alto interesse naturalistico (faggete, cerrete, etc.), zone umide di alta quota e terreni contermini, formazioni rocciose di elevato interesse naturalistico e paesaggistico. In particolare, per quanto riguarda le aree boscate, verranno considerati, in ordine di priorità, i seguenti elementi di valutazione: aree boscate ricadenti nella zona “A” di parco, presenza di eventuali endemismi, stato di conservazione delle medesime ed estensione.


Bando Acquisizione.pdf


  • BACHECA


  • EVENTI DEI COMUNI

  • RICERCA

  • WEBMAIL