MENU















MULTIMEDIA

ARCHIVIO NEWS










   

AL VIA I LAVORI RECUPERO

Verrà utilizzato come struttura da adibire per la fruizione e la salvaguardia del Parco.

Sono stati avviati dal Parco dei Nebrodi i lavori di recupero e restauro di un fabbricato in contrada Vegna nella località Letto Santo di Santo Stefano di Camastra.

     

Si tratta di uno degli interventi di prima infrastrutturazione previsti nell’Accordo di Programma stipulato tra l’Ente Parco e la Regione Siciliana il cui obiettivo è quello di incentivare e sostenere la fruizione delle aree protette nell’ambito della Rete Ecologica Siciliana. L’Accordo rientra fra le azioni della Misura 1.11 del POR Sicilia 2000-2006 a sostegno dei “sistemi territoriali integrati ad alta naturalità” e finalizzata alla conservazione e valorizzazione delle risorse ambientali e naturali individuati nei Parchi della Sicilia.

Un ulteriore importante tassello con cui, grazie all’azione del Parco, si  valorizza uno dei posti più interessanti dal punto di vista ambientale e naturalistico rendendolo funzionale all’attività istituzionale dell’Ente e fruibile ai visitatori. Infatti nell’area in cui è situato il fabbricato vi è una presenza di ambienti naturali rilevanti quali zone rocciose in cui nidificano varie specie di rapaci, ricchi boschi e zone umide quali il Lago Urio Quattrocchi e il Lago Zilio, oltre alla presenza del “Santuario di Santa Croce Scala Coeli” luogo di pellegrinaggio di numerosi fedeli. Per la sua collocazione nel punto di congiunzione dei territori di alcuni Comuni del Parco (Mistretta, Santo Stefano di Camastra e Caronia) rappresenta di fatto una delle “porte d’ingresso” del Parco. Pertanto alla fine dell’intervento di recupero verrà utilizzato prevalentemente come una struttura da adibire per le attività istituzionali dell’Ente con particolare riferimento alla fruizione e alla salvaguardia del territorio.

 

10 febbraio 2004


  • BACHECA


  • EVENTI DEI COMUNI

  • RICERCA

  • WEBMAIL