MENU















MULTIMEDIA

ARCHIVIO NEWS










   
25 anni: le ragioni dell' area protetta piu' grande della Sicilia

 

25 anni: le ragioni dell’area protetta più grande della Sicilia

Tutto pronto per l’appuntamento di domani

 

S.Agata  M.llo, 2 agosto  2018

Tutto pronto per il seminario organizzato dal Parco dei Nebrodi in occasione della importante ricorrenza  dell’istituzione dell’Ente.

25 anni: le ragioni dell’area protetta più grande della Sicilia: questo il tema della giornata che vedrà impegnato il Commissario straordinario Luca Ferlito in una intensa giornata dedicata al Parco dei Nebrodi.

gianluca_ferlito.jpg

Aprirà i lavori del seminario l’Assessore regionale territorio e ambiente Salvatore Cordaro.

Affidato al sociologo Francesco Pira, Coordinatore del Master in Comunicazione pubblica dell’Università di Messina il compito di moderare i lavori.

Saranno vari i temi di discussione che verranno affrontati in 5 macroargomenti, che tratteranno ciascuno le singole aree di intervento del Parco: si partirà con  “Conservazione e difesa del paesaggio e dell’ambiente”,  con le relazioni di  Giuseppe Lo Paro (UNIME), Cristina Salmeri Società Botanica Italiana, Anna Giordano Wwf Sicilia, Salvatore Granata Banca del Germoplasma Vegetale Michele Orifici Sigea  e Valerio Agnesi (UNIPA), proseguendo con la “Valorizzazione e riqualificazione degli ecosistemi” a cura di Rosario Schicchi (UNIPA) , Gianluigi Pirrera per Aipin Sicilia, Carmelo Dazzi  ESSC European Society for Soil Conservation, Maurizio Sarà (UNIPA), Vincenzo Piccione (UNICT), Lorenzo Gianguzzi (UNIPA).

Chiuderà la prima parte dei lavori la sessione dedicata alla “Promozione del territorio” con le relazioni di Giuseppe Panebianco del CEA Messina, Antonino La Spina Presidente UNPLI, Saro Gugliotta Presidente Slow Food Sicilia, Enzo Agliata del CAI Sicilia, Francesco Federico per il Porto Turistico Capo D’Orlando S.P.A.,  Vincenzo Chiofalo (UNIME) e Giovanni Cannata, Rettore Universitas Mercatorum.

Si alterneranno ai lavori i giornalisti Giuseppe Pintaudi, Sara La Rosa e Sergio Granata

Si riparte alle 15 con la discussione sulla “Gestione del Territorio”: in programma gli interventi di  Giuseppe Trombino per l’INU, Nanni Randazzo (UNIME – CERIGE), Pino Falzea  Ordine Architetti Messina, Francesco Triolo  Ordine Ingegneri Messina, Giuseppe Collura Ordine Regionale Geologi Sicilia e Corrado Vigo Consiglio naz.le Agronomi e Forestali, procedendo con gli “Scenari di sviluppo sostenibile” con le relazioni di Giuseppe Frusteri dell’OPAN, Vincenzo Cordone, esperto in Sviluppo Locale, Antonio Purpura (UNIPA), Angelo Di Marca Legambiente Sicilia, Francesco Calanna Federazione Agricoltori Siciliani, Paolo Inglese Sistema Museale di Ateneo Uni PA .

Dalle 17 spazio alle riflessioni affidate a Fabrizio Barca promotore della Strategia nazionale Aree Interne e alle conclusioni affidate a all’Assessore regionale alle autonomie locali e alla finanza pubblica Bernadette Grasso.

Per Luca Ferlito, Commissario del Parco, la giornata oltre a celebrare la ricorrenza dell’istituzione dell’Ente, rappresenta il momento per programmare lo sviluppo turistico sostenibile che il territorio merita: dalla conservazione della natura e della biodiversità  all’implementazione dei flussi turistici per permettere la fruizione completa del territorio del Parco, sia sotto l’aspetto naturalistico che delle produzioni di qualità locali.

Un territorio che merita di stare sulle prime pagine dei giornali per gli straordinari aspetti naturalistici e ambientali e per le tante eccellenze che il territorio produce conclude Ferlito

 




  • EVENTI DEI COMUNI

  • RICERCA

  • WEBMAIL