MENU















MULTIMEDIA

ARCHIVIO NEWS










   

Si è tenuto questa mattina al “Rifugio del Parco” nel Comune di San Fratello, un seminario di formazione italo – russo sul tema: “Formazione per lo sviluppo sostenibile, l'acqua risorsa a rischio”, al fine di aprire nuove frontiere di collaborazione accademica con l’Ente Parco dei Nebrodi.
Nella stessa giornata è stato proiettato un video sul Parco dei Nebrodi, illustrato in italiano e in lingua inglese. Un “viaggio multimediale” nei luoghi più suggestivi dell’area protetta.
Trenta gli studenti dell’Istituto Italo – Russo di formazione e ricerche Ecologiche dell’Università degli Studi di Palermo, sono stati ospitati dal 7 al 9 settembre per uno stage formativo nell’area protetta dei Nebrodi.
Al seminario, allestito presso il Centro di formazione e documentazione del “Rifugio del Parco”, sono intervenuti: Il Direttore della Scuola di formazione Italo - Russa, il Prof. Valerio Agnesi, il vice direttore, Leonardo Gatto, assieme ad illustri accademici russi, il Segretario regionale di Legambiente e componente del comitato tecnico scientifico dell’Ente Parco dei Nebrodi, Salvatore Granata e il Commissario Straordinario dell’Ente Parco dei Nebrodi, Antonino Ferro.


All’incontro hanno preso parte tra gli altri il Direttore dell’Ente Parco, Massimo Geraci e il sindaco di San Fratello, Salvatore Sidoti Pinto.   
Il commissario Antonino Ferro ha poi donato al Direttore dell’Istituto, Valerio Agnesi e alla delegazione russa delle pregevoli tavole artistiche tratteggiate a mano, che rappresentano gli aspetti più evocativi dei 23 comuni dell’area dei Nebrodi.


Allo stage di formazione nel Parco dei Nebrodi hanno partecipato gli studenti delle Università di Palermo, Catania, Bari, Viterbo, Siena, Mosca (Lomonosov), Kazan, Ulyanovsk, San Pietroburgo e Libera Università Internazionale di Ecologia e Politologia di Mosca.
''La Summer school italo-russa - afferma il Prof. Valerio Agnesi - ha come nostro partner l'Istituto italo-russo di ricerca ecologica che opera da oltre dieci anni, durante i quali abbiamo creato una rete di Università italiane e russe. La scuola di Palermo in collaborazione con le Università  russe ogni anno organizza progetti di studio in mobilita', della durata di due settimane, rivolti a studenti che frequentano gli ultimi anni della facolta' di Scienze e i corsi di dottorato di ricerca''.

Il Rifugio del Parco - spiega il Commissario Straordinario Antonino Ferro - oltre che come punto di riferimento per escursionisti e visitatori amanti della natura, è un’importante struttura di formazione residenziale, meta ambita per attività di ricerca scientifica delle diverse Università italiane. Mi auguro  - aggiunge Ferro - che questa attività di formazione dell’istituto Italo - russo possa produrre una proficua cooperazione volta a offrire agli studenti la possibilità di conoscere il variegato patrimonio ambientale del Parco dei Nebrodi''.

8 Settembre 2009 


  • BACHECA


  • EVENTI DEI COMUNI

  • RICERCA

  • WEBMAIL