MENU















MULTIMEDIA

ARCHIVIO NEWS










   

Si è svolto, presso la sala convegni di Palazzo Cangemi a Caronia, il Consiglio del Parco, presieduto dal Commissario dal Parco Antonino Ferro.
I componenti dell’Ente Parco dei Nebrodi, nel corso dell’assemblea hanno lanciato un appello agli organi competenti di preservare il perimetro dell’area protetta dalla istallazione degli impianti eolici, per il grave impatto ambientale che implicano. A puntualizzarlo in una nota anche il sindaco di Floresta, Sebastiano Marzullo, che chiede adeguate soluzioni per uno sviluppo programmato e razionale delle fonti di energia alternativa. i Capod'l Parco, presieduto dal commissario Straordinario dell'rammato eL’obiettivo? Tutelare e salvaguardare l’inestimabile patrimonio ambientale dei Nebrodi.
Il Commissario del Parco, Antonino Ferro, punta inoltre sulla realizzazione dello svincolo autostradale di Capo d’Orlando per rendere più agevole l’accesso al Parco dei Nebrodi. Questi i punti più dibattuti, tra i nove posti all’ordine del giorno e votati all’unanimità dal Consiglio del Parco, nella logica dell’unione del territorio.
Tra le “missioni” dell’Ente, chiariscono all’unanimità i componenti del Consiglio, la tutela della biodiversità, su un territorio, già peraltro interessato da gravi fenomeni di dissesto idrogeologico, puntando sull’integrità paesaggistica, sulla flora e sulla fauna.
Questo è quanto emerso nel corso della riunione del Consiglio del Parco, presieduto in prima seduta dall’insediamento del commissario Straordinario del Parco, Antonino Ferro. All’assemblea hanno partecipato il Direttore dell’Ente, Massimo Geraci, diversi sindaci dei 23 Comuni, e i rappresentanti delle tre province di Messina, Catania ed Enna.

19 Maggio 2009


  • BACHECA


  • EVENTI DEI COMUNI

  • RICERCA

  • WEBMAIL