MENU















MULTIMEDIA

ARCHIVIO NEWS










   

 

Anche il Parco dei Nebrodi aderisce all’inaugurazione dell’Anno Sociale dei Lions Club di Sant’Agata Militello. Una manifestazione di alto profilo culturale alla quale hanno aderito oltre duecento invitati, tra cui molti soci del Club.
“Con i Lions nel Parco dei Nebrodi” è stato il tema dell’intensa giornata trascorsa a stretto contatto con la natura, in uno dei luoghi più suggestivi del Parco, le Case del Bosco di Mangalaviti, presso il Comune di Longi.
Ad aprire i lavori il presidente dei Lions Club di Sant’Agata Militello il dott. Gaetano Sergi che dopo aver dato il saluto di benvenuto al Commissario Straordinario dell’Ente Parco dei Nebrodi Antonio Ceraolo, e ai sindaci Bruno Mancuso di Sant’Agata e Alessandro Lazzara di Longi, ha sottolineato gli scopi del Club incentrati al bene culturale, sociale e morale della comunità, proteso alla difesa della salute e dell’ambiente.
 Nel corso dell’incontro è stato posto in evidenza il binomio imprescindibile che lega il Parco dei Nebrodi ai Lions Club, sotto il profilo educativo proteso alla tutela e valorizzazione ambientale, e rendere sempre più fruibile gli affascinanti sentieri.  Non a caso è stata scelta come coreografia naturalistica il Parco dei Nebrodi per la sua variegata biodiversità, non solo faunistica e ambientale, ma anche gastronomica, che caratterizza i diversi sapori e colori del territorio nebrodense.
Tra i relatori per l’inaugurazione dell’Anno Sociale dei Lions, il dott. Attilio Caldarera che ha illustrato le particolarità dei territori che fanno parte di un’area protetta, mentre il dott. Antonio Spinnato, zoologo del Parco, ha posto in evidenza la variegata fauna nebrodense, invece dal prof. Villa Santaromita ha tracciato gli aspetti botanici.   
In un’atmosfera incantevole per i suoi colori e profumi già autunnali, anche l’aria frizzante non ha risparmiato i primi brividi di fine estate, la  giornata è stata allietata dalle note musicali del gruppo folcloristico, e da una deliziosa degustazione di prodotti tipici sotto la guida di “Slow Food Valdemone”, con il referente Rosario Gugliotta, allestita nel palcoscenico naturalistico delle case di Mangalaviti.
Nel pomeriggio visita guidata lungo il sentiero didattico tra gli alberi secolari di faggeta, cerro e agrifoglio. Lungo il percorso i visitatori hanno incontrato animali allo stato brado, come i piccoli nati di suino nero, mucche e cavalli, attraversando poi su ponticelli di legno, piccoli ruscelli d’acqua. Quanto basta, dunque, per suscitare la meraviglia non solo dei più piccoli, ma anche dei grandi che ascoltavano l’incanto della natura lì, dove il tempo sembra si sia fermato. Anzi, dove ancora non è mai passato.
Nel corso dell’evento è stato realizzato un servizio fotografico le cui foto saranno utilizzate per un calendario di beneficenza.
Soddisfatto per la partecipazione il Commissario Straordinario dell’Ente Parco dei Nebrodi Antonio Ceraolo che ha dichiarato - “Il ruolo di tutte le forze sociali diventa sempre più fondamentale per la crescita della cultura del Parco che non esprime solo vincoli, ma soprattutto salvaguardia della vita in tutte le sue forme, l’invito dei Lions conferma una forte sinergia tra Parco e associazioni per rendere sempre più fruibile a tutti il Parco come preziosa risorsa naturale, rafforzando i valori della solidarietà, nell’ottica di fare del Parco una “Città Aperta”.   

“Credo nel valore della natura e dell’ambiente – ha detto Gaetano Sergi – ed il Parco si presta come luogo ideale per promuovere i 4 valori dei Lions: Amicizia, bene sociale, difesa della salute e aiuto ai bisognosi”. 

 22 Settembre 2008 


  • BACHECA


  • EVENTI DEI COMUNI

  • RICERCA

  • WEBMAIL