MENU















MULTIMEDIA

ARCHIVIO NEWS










   
Successo della nona edizione della Rassegna “San Fratello cavalli 2006”, promossa dal comune di San Fratello e patrocinata anche dall’Ente Parco dei Nebrodi (in collaborazione con: Ispettorato Provinciale Agricoltura Messina, Unità Operativa 70 Sant’Agata Militello, Assessorato Regionale Agricoltura e Foreste, Associazione Regionale Allevatori Sicilia, Istituto Incremento Ippico, Associazione Nazionale Cavallo Sanfratellano, Unione Italiana Sport Per Tutti e Asl 5 Servizio Veterinario). Alla kermesse, sono intervenuti gli assessori regionali Rossana Interlandi (Territorio e Ambiente) e Paolo Colianni (Famiglia a Autonomie locali). Presenti anche il direttore del Parco dei Nebrodi Massimo Geraci, il sindaco di San Fratello Giuseppe Ricca (anche neo componente del Comitato esecutivo dell’Ente Parco dei Nebrodi), il sindaco di Sant’Agata Militello Bruno Mancuso (altro componente del Comitato esecutivo del Parco dei Nebrodi), nonché sindaci e amministratori del comprensorio, politici e tanti visitatori accorsi da diverse parti della Sicilia.

 

La Rassegna, quest’anno, è stata affiancata dall’inaugurazione, sempre nel centro montano, in località Ranone, di un Centro informativo del Parco, sul cavallo sanfratellano e del Centro polivalente equestre. Il taglio del nastro è stato affidato all’assessore regionale Agricoltura e Foreste, Giovanni La Via

 

“Al di là dell’evento della rassegna, che è sempre importante e deve crescere nel senso più moderno del termine – dichiara il commissario straordinario dell’Ente Parco dei Nebrodi, Salvatore Seminara – il cavallo sanfratellano rimane nel cuore della gente, oltre al fatto che rappresenta uno dei simboli più rilevanti del Parco. Si tratta della mandria di cavalli selvatici più grande d’Europa, quasi cinquemila esemplari, elementi importanti per la biodiversità del Parco. L’Ente, inoltre, ha assunto un impegno economico e di ricerca sulla razza sanfratellana. Abbiamo anche attivato un Centro di informazione del cavallo sanfratellano, dove tutti possono andare e avere il contatto immediato con l’animale, nonché con la cultura del rapporto uomo-cavallo, che così continua a diffondersi. E’ l’inizio di un percorso ricco di iniziative sul cavallo sanfratellano”.

 

Il Cavallo Sanfratellano ha oggi un ruolo di primo piano, aspirando, in tempi brevi, al Riconoscimento Ufficiale di Razza da parte del Ministero per le Politiche Agricole. La straordinaria realtà del Parco dei Nebrodi vive anche per la presenza storica di questo splendido esemplare, che si è perfettamente integrato, durante i secoli, con il territorio, assumendo caratteri di frugalità, di resistenza e di docilità, tali da farlo diventare compagno ideale per la scoperta di un immenso patrimonio naturale.

 

 

5 Settembre 2006

                                                                                              Luigi Ialuna

                                                                             Ufficio Stampa Parco dei Nebrodi

  • BACHECA


  • EVENTI DEI COMUNI

  • RICERCA

  • WEBMAIL