MENU















MULTIMEDIA

ARCHIVIO NEWS










   
RIMOSSE CARCASSE DI AUTO ABBANDONATE NEL BOSCO. ALL’INIZIATIVA ORGANIZZATA DA  LEGAMBIENTE ED ENTE PARCO DEI NEBRODI, HANNO PARTECIPATO L’ASSESSORATO REGIONALE AL TERRITORIO E ALL’AMBIENTE, ROSSANA INTERLANDI, ED I VOLONTARI PRESENTI IN ALCUNI CAMPI SICILIANI.
 

Alla presenza dell’Assessore Regionale al Territorio e all’Ambiente Rossana Interlandi, si svolta l’8 agosto, nel bosco di Militello Rosmarino, l’annunciata iniziativa “Sentieri in Festa”, consistente nella rimozione e nello smaltimento delle carcasse di auto abbandonate.

All’operazione, inserita quadro delle attività del Campo di Volontariato organizzato da Legambiente ed Ente Parco dei Nebrodi,  hanno partecipato volontari provenienti dal campo di volontariato di Milazzo e da quello internazione di Troina. 

Nel corso della giornata, oltre alle carcasse di 5 auto, sono state pure rimosse  alcune micro discariche abusive ed allontanati rifiuti d’ogni genere, tra cui vecchie cucine, frigoriferi, utensili metallici, ecc.

 Tra i partecipanti, assieme all’assessore Interlandi, il Commissario Straordinario ed il Direttore dell’Ente Parco dei Nebrodi, Salvatore Seminara e Massimo Geraci, il dirigente del servizio Aree Protette dell’ARTA, Salvatore Di Martino, il segretario regionale di Legambiente, Salvatore Granata, il Sindaco di Militello Rosmarino, Concetta Papa, ed il neo presidente dell’ATO ME1, Laura Trifilò, la quale ha prontamente disposto lo smaltimento dei rifiuti raccolti.

Nelle dichiarazioni rilasciate a commento della giornata, tutti concordi nel ritenere l’iniziativa “Un contributo straordinario alla tutela dell’area protetta ed un forte segnale rivolto alle comunità locali ed alle altre istituzioni competenti affinché siano evitati, prevenuti ed eventualmente repressi altri episodi di abbandono in controllo di rifiuti speciali”.

Difatti, è emerso chiaramente che con l’esaurimento della Campagna “Sentieri in Festa” ogni ulteriore abuso a danno dell’ambiente verrà duramente sanzionato, perché “la tutela dell’integrità ambientale dei Nebrodi costituisce il presupposto per una migliore qualità della vita e per innescare processi virtuosi di sviluppo economico.”

Infine, un sentito ringraziamento è stato rivolto ai volontari provenienti da diverse parti d’Italia e del Mondo, ed agli esponenti locali di Legambiente – in particolare Rosalind Cristina, Teresa Urso e Giuseppina Miraglia, che con il loro appassionato lavoro hanno reso possibile la buona riuscita della Campagna.

 

 


  • BACHECA


  • EVENTI DEI COMUNI

  • RICERCA

  • WEBMAIL