MENU















MULTIMEDIA

ARCHIVIO NEWS










   

 A Serra San Bruno sede del  Parco regionale delle Serre nei giorni scorsi un incontro tra il Parco dei Nebrodi ed i partner del progetto ARCHICHARTER.
ARCHICHARTER è un progetto finanziato nell’ambito dell’iniziativa Comunitaria INTERREG III B ARCHIMED per la coesione dei territori dell’Europa Sud-Est che mira al miglioramento ambientale dei Parchi attraverso l’adozione della “Carta Europea del Turismo Sostenibile”.
Esso è gestito da sei partner, di cui tre italiani e tre greci. Il partner capofila è il Parco Regionale delle Serre (Calabria), seguito dal Parco Regionale dei Nebrodi (Sicilia) e dal Parco Regionale del Matese (Campania) per l’Italia, dal Parco Nazionale Marino (Zakynthos), dalla Regione Delta - Rhodopi (Macedonia - Tracia) e dalla Municipalità di Nevropolis ( Tessaglia ) per la Grecia.
La Carta Europea per il turismo sostenibile” mira ad un turismo di qualità. Essa considera ogni risorsa locale come elemento fondamentale di attività turistica e, pertanto, chiede agli amministratori dei Parchi, agli operatori turistici e alle parti interessate locali di creare una rete per definire congiuntamente strategie di sviluppo turistico e, allo stesso tempo, proteggere la natura e valorizzare il patrimonio culturale.
Realtà che il Parco ha già portato avanti anche grazie alle politiche di sviluppo locale attuate in questi anni, ci dice Salvatore Seminara Commissario dell’Ente Parco, ricordando l’iniziativa “Rete Strade dei Sapori dei Nebrodi”, che nel territorio di 40 comuni dei nebrodi mette assieme operatori di servizi turistici e di ospitalità, produttori, allevatori, imprese e botteghe artigiane, ristoratori locali.

Apprezzata dai partner la presentazione pubblica del Parco dei Nebrodi, in occasione del convegno organizzato a Serra San Bruno, tanto che il prossimo appuntamento per i parchi italiani e greci sarà proprio sui Nebrodi a metà ottobre.


  • BACHECA


  • EVENTI DEI COMUNI

  • RICERCA

  • WEBMAIL