MENU















MULTIMEDIA

ARCHIVIO NEWS










   

L’Assessorato Regionale Territorio ed Ambiente ha finanziato all’Ente Parco dei Nebrodi il progetto per il completamento del rifugio “Portella Calacuderi” (Kisar), nel comune di Cesarò.

La somma ottenuta, di un milione e 200 mila euro, consentirà di rendere l’opera funzionale in ogni suo aspetto. L’intervento è inserito nell’ambito dell’Accordo di Programma PIR RES per i sistemi Naturali Integrati “Parchi Naturali Regionali”, avente per oggetto la realizzazione di opere di infrastrutturazione ambientale e rifunzionalizzazione del patrimonio sociale diffuso (Misura 1.11 del Completamento di Programmazione al POR Sicilia 2000-2006), sottoscritto nei giorni scorsi tra il Commissario straordinario dell’Ente Parco dei Nebrodi Salvatore Seminara e la Presidenza della Regione.
La realizzazione del rifugio era stata avviata dall’amministrazione comunale di Cesarò, attraverso un finanziamento dell’Assessorato Regionale al Turismo. Erano stati eseguiti gli scavi di sbancamento e le opere strutturali in cemento armato (in particolare, una struttura a quattro elevazioni). Adesso, sarà possibile attuare tutta una serie di opere, quali: costruzione di una strada di accesso, muretti perimetrali, sistemazione esterna dell’area realizzando attorno all’edificio una stradella con le stesse caratteristiche di quella di accesso, ultimazione degli impianti idrici sanitari, elettrici e termici secondo le normative vigenti, installazione di un ascensore, di un montavivande e dell’impianto antincendio e della fossa settica. All’interno sono previsti pavimenti in parquet con spazi di collegamento in cotto siciliano. L’esterno sarà, invece, impreziosito con la piantumazione di piante di faggio e agrifoglio. Parte dell’edificio verrà adibito a Centro di informazione e di vigilanza da parte del Parco dei Nebrodi.
Quest’intervento fa parte delle strategie di conservazione, protezione e valorizzazione del patrimonio naturale attuate dall’Ente, iniziative che si vuole supportare con la predisposizione di infrastrutture a servizio di una fruizione ottimale del Parco. Si tratta di un immobile che rischiava di andare in rovina a fronte dell’utilizzo di tanti investimenti pubblici, con i quali, tuttavia, non era stato ancora completato. Il progetto si concretizzerà grazie all’impegno dell’assessore regionale al Territorio e Ambiente on. Francesco Cascio, che lo ha inserito tra le opere finanziabili e le determinazioni del commissario straordinario dell’Ente Parco dei Nebrodi Salvatore Seminara. Il complesso verrà, dunque, ultimato a beneficio dei numerosi utenti del Parco dei Nebrodi.


Sant’Agata Militello, 21 aprile 2006

                                                                        Luigi Ialuna
                                                     Ufficio Stampa Parco dei Nebrodi


  • BACHECA


  • EVENTI DEI COMUNI

  • RICERCA

  • WEBMAIL