MENU















MULTIMEDIA

ARCHIVIO NEWS










   

Monitoraggio costante del territorio in occasione di queste festività. L’Ente Parco dei Nebrodi ha sottoscritto un protocollo d’intesa con l’Associazione Rangers d’Italia al fine di espletare attività di prevenzione e sensibilizzazione, in materia di salvaguardia ambientale, all’interno dell’area protetta. Già da qualche giorno nelle zone caratteristiche del Parco, particolarmente frequentate dagli utenti, sono stati potenziati i controlli. I rangers espletano attività di prevenzione, di concerto con il Corpo Forestale che si occupa della sorveglianza e del controllo del territorio. Sotto costante osservazione i punti nevralgici di maggiore interesse, quali Portella di Femmina Morta, Maulazzo, Biviere di Cesarò, Piano Cicogna, Ambolà, Portella Gazzana e Portella Mitta.

Questi giovani rangers, impegnati a sensibilizzare gli utenti del Parco sull’importanza di rispettare l’ambiente, hanno frequentato i Corsi di formazione per Guardia Venatoria Volontaria, organizzati dall’Associazione Rangers d’Italia (con l’autorizzazione dell’Assessorato Regionale Agricoltura e Foreste), in collaborazione con l’Ente Parco dei Nebrodi. Si sono svolti in tre comuni diversi: Sant’Agata Militello, Santo Stefano di Camastra e Torremuzza. Il Corpo Docente era formato anche da esperti del Parco dei Nebrodi: Massimo Di Vittorio (zoologia), Antonino Spinnato (zoologia), Attilio Caldarera (legislazione ambientale), Antonino Testa (nozioni di botanica) e Ignazio Di Gangi (agronomo).

“E’ importante potenziare all’interno del territorio del Parco il sistema di sorveglianza, al fine di tutelare e salvaguardare le risorse naturali dell’area protetta – dichiara il commissario straordinario dell’Ente Parco dei Nebrodi, dott. Salvatore Seminara - inoltre, è necessario regolamentare l’accesso di automezzi e in particolare fuoristrada e motocross, soprattutto sulla dorsale dei Nebrodi. Una collaborazione fattiva con questi Enti di volontariato consente un controllo capillare del territorio”.

Sant’Agata Militello, 25 aprile 2006

                                                     Ufficio Stampa Parco dei Nebrodi


  • BACHECA


  • EVENTI DEI COMUNI

  • RICERCA

  • WEBMAIL