MENU















MULTIMEDIA

ARCHIVIO NEWS










   

L’Ente Parco dei Nebrodi ha partecipato al Convegno sulla Gestione della Fauna Selvatica e Conservazione della Biodiversità, che si è svolto il 13 e il 14 giungo, presso l’Università Federico II di Napoli. Lo staff tecnico-scientifico del Parco (composto da Massimiliano di Vittorio, Nicola Di liberto ed Elisa Mastrantonio) ha illustrato gli esiti della ricerca “Selezione dell’Habitat in Aquila reale Aquila chrysaetos nel Parco Regionale dei Nebrodi (Sicilia), un’indagine preliminare, un approccio di Gestione”. Grande l’interesse mostrato dalle personalità accademiche presenti in seno al congresso stesso.
I risultati ottenuti, anche se soltanto preliminari, evidenziano che la gestione del territorio, orientata su un uso tradizionale del suolo, di tipo agricolo-silvopastorale, risulta compatibile con la conservazione di una specie minacciata come l’Aquila reale, presente nel Parco dei Nebrodi con tre coppie nidificanti tenute costantemente sotto controllo dal personale esperto.
Attraverso un’indagine basata sull’uso del GIS (Geographical Information System) e confrontando le unità ambientali utilizzate con le relative disponibilità, è emerso che questa specie si distribuisce selezionando attivamente particolari assetti paesaggistici, il cui mantenimento richiede un’attenta organizzazione, nonché controllo territoriale.
In particolare, per quanto riguarda una delle coppie di rapaci è operativo un sistema di telerilevamento a circuito chiuso, che ha consentito il monitoraggio di diverse nidificazioni e grazie al quale è stato possibile trarre importanti informazioni sulla loro bio-etologia.
L’attuale gestione dell’Ente Parco dei Nebrodi, sensibile alle problematiche connesse alla conservazione della natura e della fauna in particolare, sta portando avanti una lunga serie di attività finalizzate alla conoscenza e conservazione della preziosa biodiversità dell’area protetta. Un territorio che, contenendo il 25% dell’intera copertura boschiva siciliana, può essere considerato senza dubbio il polmone verde dell’isola.


  • BACHECA


  • EVENTI DEI COMUNI

  • RICERCA

  • WEBMAIL